Forum Famiglie

Forum Famiglie Follow

564 associazioni nazionali e locali, 20 Forum regionali, 4 milioni di famiglie, quasi 12 milioni di singole persone!

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/manovra-proposta-del-forum-delle-famiglie

468 Followers  683 Follow

Share Share Share

MANOVRA, DE PALO: "LE FAMIGLIE SONO STANCHE DEI TEATRINI SU BONUS. SERVE #PATTOXNATALITÀ" “Anche quest’anno, con rammarico, ci troviamo a leggere sulle agenzie di stampa di misure ‘spot’ pro-famiglia elaborate da esecutivi precedenti che vengono rimosse e poi rimesse nella Legge di Bilancio attraverso emendamenti. L’anno scorso parlammo del bonus per gli asili nido, quest’anno è la volta del ‘bonus bebè’. Le famiglie italiane sono stanche di dover assistere, sulla propria pelle, a questo gioco mediatico delle parti. Cambiano le maggioranze e le opposizioni, ma la storia è sempre la stessa. Sul ‘bonus bebè’ vogliamo essere fiduciosi dopo aver parlato con il Ministro per la Famiglia, e crediamo che si troverà un modo per ripristinarlo. Tuttavia, siamo certi che l’unica vera ed efficace soluzione al problema demografico, economico e sociale del nostro Paese sia l’introduzione di politiche fiscali strutturali a misura di famiglia”: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, in merito alla polemica sul presunto taglio del ‘bonus bebè’ nella manovra. “Per quanti anni ancora dovremo leggere e commentare dati ISTAT che parlano della crescita del numero di famiglie in povertà assoluta, della diminuzione nel numero dei bambini nati e dell’impoverimento crescente della popolazione italiana? Come Forum Famiglie ci domandiamo che cos’altro dobbiamo attendere prima di vedere un vero e proprio Patto per la Natalità capace di unire maggioranze e opposizioni per il futuro del Paese”, conclude De Palo.
VINCENZO BASSI ELETTO VICEPRESIDENTE FAFCE. DE PALO, "FRUTTI DI UN LAVORO DI SQUADRA" 
L’avvocato Vincenzo Bassi è stato appena eletto vicepresidente della FAFCE, la Federazione delle Associazioni Familiari Cattoliche in Europa. Bassi, attualmente, è anche membro del Consiglio del Forum nazionale delle Associazioni Familiari, con delega agli Affari Giuridici. “Svolgerò quest’incarico con spirito di servizio”, sottolinea il neo-vicepresidente da Bruxelles, sede della Federazione. “Un compito come questo per me è un’ulteriore responsabilità. Comunque non mi sento preoccupato, ho il supporto della mia famiglia e del Forum. M’impegnerò a far sì che si parli ancor più della bellezza della famiglia e del suo ruolo essenziale per il bene comune della società. Aiuterò perciò la FAFCE a promuoverla e raccontarla come risorsa che vuole assumersi responsabilità senza essere ostacolata”, aggiunge Bassi. “L’elezione di Vincenzo Bassi è frutto di un grande lavoro di squadra. In questo modo, auspichiamo che si possa costruire un Paese sempre più a misura di famiglia. Da tutto il Forum auguri sinceri di buon lavoro”, è il commento del Presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo. ------------------------------------------------------------------------- Che cos'è FAFCE? 
La Federazione delle associazioni familiari cattoliche in Europa (FAFCE) è stata fondata nel 1997. È riconosciuta dal Consiglio d'Europa come Organizzazione non governativa con uno status partecipativo. Il segretariato generale ha sede a Bruxelles. FAFCE lavora sia nei confronti delle istituzioni dell'Unione europea che del Consiglio d'Europa.
FAMIGLIA, DE PALO: “BENE CASELLATI, NATALITÀ RESTA AL CENTRO DEL DESTINO DEL PAESE” “I dati che la Presidente del Senato ha ricordato oggi sono gli stessi che il Forum delle Associazioni Familiari denuncia da anni a intervalli regolari, così come l’allarme sul patto tra generazioni che non esiste più: tutto questo rappresenta un enorme rischio per il prossimo futuro del nostro Paese”: così il Presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, commentando il messaggio inviato dalla senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati in occasione del convegno ‘Diventare mamme a lavoro’, tenutosi oggi alla clinica ‘Mangiagalli’ di Milano. “Nessuno meglio di una donna può comprendere che cosa voglia dire desiderare di avere un figlio e non sentire intorno a sé – nella società, sul posto di lavoro, ma anche nelle pieghe della cultura e nei messaggi del marketing e dei mass media – l’ambiente adatto per trasformare questo sogno in realtà. Eppure, la natalità era e resta il centro focale del destino della nostra comunità nazionale, come bene ha sottolineato Casellati. Per questo, il #ForumFamiglie ha proposto a tutti gli schieramenti politici di appoggiare il proprio Patto per la Natalità, che contempla poche azioni concrete, tra cui la conciliazione lavoro-famiglia, un fisco più equo, incentivi strutturali alla genitorialità: l’unica soluzione per tentare d’invertire la rotta e restituire speranza alle famiglie. C’è un’occasione imperdibile a portata di mano della politica per trasformare gli auspici della seconda carica dello Stato in realtà: la prossima Legge di Bilancio. Che cosa stiamo aspettando?”, conclude De Palo.
MANOVRA, DE PALO: TERRE GRATIS CON 3 FIGLI? NON RIPARTE COSÌ LA NATALITÀ “Terreni gratis con il terzo figlio in arrivo? Una proposta che certo, da sola, non rimetterà in moto la natalità". È quanto sottolinea all'Adnkronos Gigi De Palo, presidente nazionale del Forum delle Famiglie, commentando la misura pro-natalità contenuta nell'ultima bozza della legge di Bilancio. "Ben venga ciscuna idea in funzione della famiglia ma per una vera spinta demografica serve una riforma fiscale seria", aggiunge De Palo che guarda con molto più interesse al reddito di cittadinanza e soprattutto a come sarà distribuito, se cioè prevedrà o meno un riferimento strutturale ai carichi familiari. 
Una posizione, quella del Forum Famiglie, che vuole vederci chiaro su come verranno valorizzate le risorse destinate al reddito cittadinanza. "Se si terrà conto della composizione familiare - e stiamo lavorando per questo, perché i beneficiari siano in primo luogo famiglie con figli e anche con disabili - potremmo parlare di una novità interessante, un primo vero passo; ma se le linee guida dovessero tenere conto di altri riferimenti, allora sì che saremmo preoccupati, perché vorrebbe dire che non si è minimamente percepita l'urgenza di politiche familiari e natalità in questo Paese”.
INSERIAMO IN LEGGE DI STABILITÀ L’ “OPZIONE MAMMA” PER I CONTRIBUTI DELLE MAMME LAVORATRICI
di Gigi De Palo

Il Forum Famiglie chiede di trasformare l’Opzione ‘donna’, prevista in Legge di Bilancio, in Opzione ‘mamma’, riconoscendo ai fini pensionistici alle mamme lavoratrici contributi figurativi di almeno un anno per ogni nuovo figlio nato, come avviene peraltro già in Francia, Spagna, Russia e altri Paesi. Nel contempo, come suggerito anche dall’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, è urgente eliminare eventuali penalizzazioni per la loro uscita anticipata dal lavoro e pensare di abbassarne ulteriormente l’età pensionabile: tutti correttivi necessari per rendere finalmente equo il calcolo delle pensioni per le madri che lavorano, riconoscendo nel contempo il loro ruolo fondamentale di mamme, che si prendono cura e fanno crescere i cittadini del domani.

L’attivazione concreta dell’Opzione ‘mamma’, peraltro, potrebbe dare nuova fiducia a tante donne che lavorano e, non vedendo riconosciuto il loro ruolo sociale di madri, finiscono con il rinunciare al sogno tanto desiderato di una gravidanza. Per questo, il Forum Famiglie chiede che Governo e Parlamento tengano conto del numero di figli avuto da ogni donna lavoratrice, per crescere i quali la mamma deve spesso ricorrere a congedi supplementari facoltativi, aspettative non retribuite, part-time, non di rado rinunciando ai percorsi di carriera, quando non al lavoro tout court. Sono tutte azioni che producono effetti negativi ai fini pensionistici, con pensioni sempre più basse e difficili da raggiungere
IL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI HA INCONTRATO IL MINISTRO LORENZO FONTANA

I presidenti delle 46 associazioni nazionali e dei 20 Forum regionali delle Associazioni Familiari, accompagnati dal presidente nazionale del Forum Famiglie, Gigi De Palo, hanno incontrato stamane, presso la Sala monumentale del Palazzo della Presidenza del Consiglio, a Roma, il ministro per la Famiglia e la Disabilità, Lorenzo Fontana. 
L’incontro, che ha avuto carattere cordiale, ha consentito ai rappresentanti del Forum di presentare al ministro Fontana le istanze provenienti dalle 582 associazioni nazionali e locali che lo costituiscono. Realtà associative diverse, eterogenee e variegate, unite nell’impegno quotidiano di promuovere una sussidiarietà tangibile, che da 25 anni parte dal basso per offrire il proprio contributo concreto al Paese.

Al centro dell’appuntamento odierno e nel solco del dialogo da tempo avviato tra il Forum Famiglie e il Ministro per la Famiglia, sono state poste le sfide a cui l’Italia è chiamata a dare risposte, in particolare riguardo alle politiche per la famiglia, al rilancio della natalità, alla semplificazione e riorganizzazione delle procedure di affido e adozione internazionale, all’attenzione al presente e al futuro del mondo giovanile, al tema del lavoro e della sua conciliazione con i bisogni familiari.
Siamo a Bruxelles, al Policy Briefing organizzato da #FAFCE dal titolo “Famiglia e finanza...una possibile alleanza?” | Interviene il nostro responsabile per gli Affari Giuridici, Vincenzo Bassi
CHIEDIAMO PIÙ CORAGGIO PER IL RILANCIO DELLA NATALITÀ
di Gigi De Palo

La nota di aggiornamento al DEF è piena di parole legate agli ambiti cari alle famiglie italiane, ma nel concreto dei fatti rischia di dimenticarsi del ruolo essenziale rivestito dalla famiglia nel e per il Paese. Serve più coraggio, c’è bisogno di un salto di qualità significativo nell’affrontare il tema della natalità all’interno della manovra, altrimenti per l’Italia non ci sarà alcun futuro. 
Lo abbiamo detto e lo ripeteremo fino allo sfinimento: occorre un #PattoXnatalità che metta al centro dell’attenzione sociale, politica, culturale ed economica le politiche familiari. Maggioranza, opposizioni, Lega, Movimento 5 Stelle discutano su tutto, ma facciano fronte comune e compatto almeno sul tema della natalità. È un ambito che dovrebbe stare a cuore a tutti. Non possiamo permetterci di perdere un altro anno.
Il Forum lo dice da tempo, adesso è l’istituto IPSOS a metterlo nero su bianco:

Rispetto ai coetanei europei, i nonni italiani sono i più parsimoniosi, e sono molto più coinvolti nella vita della famiglia di appartenenza rispetto alla media del continente: il 40%, infatti, aiuta economicamente i propri figli o altri membri della famiglia; per il 26,5% delle famiglie la pensione dei nonni costituisce l’unica fonte di reddito; il 37% degli italiani li reputa un fattore determinante per contribuire al reddito familiare.
Premio aziende “Family Friendly 2018”
📌Domani alle ore 17,00 il nostro Seminario sull’ #AffidoCondiviso

Lo avete segnato sulle vostre agende?
Il Forum organizza un seminario dal tema: “AFFIDO CONDIVISO: RIFLESSIONI E APPROFONDIMENTI”

Ne parleremo 📆 QUANDO
Giorno 9 Ottobre 2018 ⏰ ALLE
Ore 17,00 📍 DOVE
Presso la Salla Cristallo dell’Hotel Nazionale - Piazza Montecitorio, 131

Siete tutti invitati a partecipare!