Forum Famiglie

Forum Famiglie Follow

564 associazioni nazionali e locali, 20 Forum regionali, 4 milioni di famiglie, quasi 12 milioni di singole persone!

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/manovra-proposta-del-forum-delle-famiglie

523 Followers  685 Follow

Share Share Share

REDDITO, DE PALO: “PER I FIGLI MINORENNI PREVEDA ALMENO 250 € AL MESE” #250XFIGLIO “Il Forum Famiglie chiede che il Reddito di cittadinanza preveda almeno 250 euro al mese per ogni figlio minorenne a carico di una famiglia bisognosa, anziché i 100 euro mensili attuali: è la metà di quanto viene valutato un single, ma sarebbe quantomeno un segnale. Inoltre, auspichiamo che venga rimosso il limite per cui, in un nucleo con mamma, papà e cinque figli minori, l’ultimo è di fatto escluso del tutto dal sostegno economico del RdC”: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, riguardo ai contenuti della bozza di Decreto Legge sul Reddito di cittadinanza. “Così com’è strutturato, il provvedimento sembra pensato solo per i single e penalizza fortemente le famiglie con figli, che però sono 8 milioni in Italia. Quelle che magari hanno automobili o Van di seconda o terza mano, acquistati per poter trasportare tutti i membri del nucleo, ma con cilindrata tale da far escludere la famiglia dal Reddito. In ogni caso, 6mila euro all’anno per un single, 7.560 euro per un pensionato e appena 1.200 euro annui per un figlio minorenne? Sono di fatto appena 100 euro al mese: troppo poco per riuscire a sostenere chi rappresenta il futuro del Paese. La proposta ci pare profondamente iniqua e insufficiente nei riguardi di chi ha avuto il coraggio di mettere al mondo dei figli e non aiuterà a invertire la rotta dell’inverno demografico”, conclude De Palo.
POVERTÀ, DE PALO: “FAMIGLIE, DONNE E GIOVANI MERITANO GIUSTIZIA” “Anche dal Cnel arriva forte l’appello alle istituzioni e all’universo politico ed economico a riforme strutturali e interventi coraggiosi di sostegno alle famiglie, alle donne e ai giovani, le realtà che da sempre tengono in piedi i nostro Paese nonostante difficoltà crescenti. I nuclei familiari non ce la fanno più, andando di questo passo rischiamo seriamente un ‘default’ del sistema di Welfare. L’adagio secondo cui ‘tanto la famiglia regge’ ci sembra purtroppo sempre meno realistico.

Manca il necessario aiuto alle madri lavoratrici, che dopo aver messo al mondo un figlio sono costrette a nascondere il pancione per non essere licenziate. Allo stesso modo, i giovanisognano ancora di fare famiglia, ma lo spettro per cui mettere al mondo un figlio oggi rappresenta la seconda causa di povertà va combattuto con provvedimenti adeguati: non bastano i bonus per far ripartire la natalità e la fiducia nel futuro”: commenta così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, il documento del Cnel di osservazioni e proposte su ‘Povertà, disuguaglianze e inclusione’, presentato oggi. “Non è dunque un caso se il documento del Cnelchiede più coraggio nelle politiche familiari e nelle iniziative di contrasto al disagio economico e sociale. Ribadisco l’urgenza di un #pattoXnatalità che metta tutti intorno a un tavolo e riporti in primo piano la necessità di un fisco che tenga conto dei carichi familiari. O, in alternativa, di un assegno mensile per ogni figlio da zero a 26 anni”, conclude De Palo.
🔴 SEDUTA INAUGURALE DEL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO DEL FORUM ➡️ Oggi, 14 Dicembre 2018, si sta tenendo presso la sede del Forum delle Associazioni Familiari, a Roma, la seduta inaugurale nuovo del Consiglio Direttivo, eletto lo scorso 24 Novembre 📄All’ordine del giorno, la programmazione delle attività per il quadriennio 2018-2022 ✅ Per noi le famiglie italiane sono il fine, e non il mezzo! In questa nostra missione, siamo certi di poter contare sul prezioso contributo di tutte le associazioni che compongono il Forum!
IL PRESIDENTE DEL FORUM, DE PALO, È STATO RICEVUTO DALLA PRESIDENTE DEL SENATO, CASELLATI “L’incontro avuto con la presidente del Senato Casellati è stato particolarmente significativo, perché ha confermato l’interesse istituzionale e personale che la seconda carica dello Stato ha nei riguardi dei temi della natalità e delle politiche fiscali che rendano giustizia alle famiglie: è anche da queste premesse che si può iniziare a ricostruire una cultura, una politica e un sistema economico che restituiscano la giusta importanza alle politiche familiari. Siamo grati all’onorevole Casellati, perché si sta spendendo di persona per mettere al centro dell’agenda politica il tema della natalità, da sempre caro al Forum Famiglie”: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, a margine dell’incontro di oggi, in Senato, con la Presidente dell’Assemblea di Palazzo Madama, Maria Elisabetta Alberti Casellati. “Senza nuovi nati, il rischio è che l'Italia rimanga incollata ad un eterno presente. Le istituzioni hanno il dovere di offrire tutto il supporto possibile perché gli italiani possano riprendere il coraggio di coltivare il futuro di questo Paese - ha dichiarato il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati - Sollecitare un piano strutturale di interventi a sostegno della natalità sarà una delle priorità del mio mandato”. La seconda carica dello Stato ha quindi concluso “Con il presidente del Forum Associazioni Familiari, De Palo abbiamo pensato di promuovere delle iniziative congiunte attraverso le quali portare alle famiglie italiane la mia vicinanza, la mia sensibilità e il mio personale impegno su questo tema” “L’inverno demografico – ha aggiunto De Palo – è un tema pienamente istituzionale. Ecco perché urge un Patto per la Natalità che coinvolga tutte le realtà del Paese con l’obiettivo di modificare lo status quo e restituire fiducia alle giovani generazioni che oggi faticano ad arrivare alla fine del mese, alle coppie con lavori a termine che, pur sognando di metter su una famiglia con due o più figli, sono sempre più spaventate dalle conseguenze a cui questo potrebbe portarle. In tal senso, il Forum è al serv
MANOVRA, DE PALO: “PARLAMENTO RECEPISCA EMENDAMENTI PRO-FAMIGLIA” “I parlamentari di maggioranza e opposizione hanno ricevuto il pacchetto di emendamenti che il Forum delle Associazioni Familiari ha proposto e presentato per rilanciare la natalità e far ripartire il Paese: ora è il momento di recepirlo concretamente nell’attività di modifica della Legge di Bilancio. La famiglia dev’essere rimessa al centro delle politiche nazionali o l’Italia in breve tempo non avrà più futuro”: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, da Trento, dove si trova per partecipare al ‘Festival della Famiglia 2018’, organizzato dall’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, con il patrocinio del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri. “La manovra, così com’è, non dà risposte strutturali alle famiglie del Paese, già drammaticamente provate da anni di sacrifici e dall’inconsistenza delle precedenti politiche familiari. Urge un #PattoXnatalità! Dimenticarsi ancora una volta del vero ‘motore’ dell’economia e del Welfare nazionale sarebbe un errore tragico. Auspichiamo fortemente che ciò non accada”, conclude De Palo.
ISTAT, DE PALO: "SIAMO IN GUERRA. NELLA LEGGE DI BILANCIO MANCANO MISURE STRUTTURALI" “Sta per andare via un’altra Legge di Bilancio senza che vengano inserite modifiche strutturali in grado di invertire la rotta dell’inverno demografico che anche oggi è stato tristemente certificato da ISTAT. Le cifre snocciolate stamane sono da bollettino di guerra. In dieci anni abbiamo perso una città delle dimensioni di Bergamo o Siracusa e persino un quarto dei figli unici del Paese. Ci sono ancora i margini per invertire la rotta, ad esempio modificando e migliorando le modalità di calcolo del reddito di cittadinanza con l’introduzione del criterio dei carichi familiari, per calibrarlo in modo più equo. Ma ormai non c’è più tempo da perdere”: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, a commento dei dati ISTAT del report Natalità e fecondità della popolazione residente, divulgati oggi, secondo i quali nel 2017 all’anagrafe sono stati iscritti 458.151 bambini, oltre 15mila in meno rispetto all’anno precedente. Circa 900mila le donne di età compresa tra 15 e 49 anni in meno registrate tra 2008 e 2017, con il numero medio di figli per donna sceso a 1,32: era 1,46 nel 2010. “I figli non sono e non possono essere un peso o un privilegio, ma devono essere riconosciuti dallo Stato e dalla società come un investimento sul proprio futuro: chi sosterrà un Paese sempre più anziano? Ecco perché da un anno proponiamo un Patto per la natalità che coinvolga tutte le forze del Paese, a partire dal Ministero dell’Economia. È urgente un piano Marshall che faccia ripartire le nascite e dia risposte concrete ai giovani”, conclude De Palo.
IMMISCHIATI A SCUOLA: I RISULTATI DI UNA SEMINA SILENZIOSA
di Maria Grazia Colombo, Vice-Presidente nazionale del Forum

Se è vero che le fotografie sono la miglior forma di sintesi per certificare le novità importanti, queste sono davvero emblematiche: appena qualche anno fa era ancora immane la fatica che bisognava fare per convincere i genitori ad andare nella scuola dei loro figli a votare i propri rappresentanti; oggi, invece, mamme e papà fanno la fila pur di andare a scegliere chi farà le loro veci all’interno della più importante palestra educativa – accanto alla famiglia – dei loro bambini. Foto che dicono chiaramente come la storia si possa cambiare attraverso la partecipazione responsabile, il protagonismo positivo, la capacità di trasformare in concretezza il desiderio dei genitori di ‘immischiarsi’, di condividere con stima la proposta scolastica di docenti e dirigenti. Un atteggiamento decisamente altro rispetto a quello di chi vorrebbe fare polemica, manifestare o raccogliere firme ‘divisive’. E questa è solo uno delle decine di scatti che ci stanno arrivando da tutta Italia, quelli mandati da genitori orgogliosi che fanno la fila: l’attestazione di quanto è bello essere costruttori della storia familiare, quella che ogni giorno viviamo accanto ai nostri figli, a casa come nelle aule scolastiche o nello sport. Non per controllare, ma per condividere, per fare il tifo non solo per i nostri ragazzi, ma pure per i loro docenti.
La scuola è un luogo d’incontro, mai di contrattazione o di conflitto e noi genitori ‘Immischiàti’ lo sappiamo bene: ne abbiamo parlato nelle scuole di tutto il Paese, abbiamo cercato di smuovere dall’esilio genitori impauriti, stanchi e demotivati.

Abbiamo ridato speranza a molti docenti e dirigenti che hanno riaperto gli occhi e guardato alla scuola con maggiore fiducia, scoprendo relazioni ed esperienze inaspettate. Oggi più che mai la scuola è un bene prezioso, che cura le nuove generazioni e rende possibile l’incontro educativo tra genitori e docenti in qualità di educatori.
➡️ I giovani italiani alla domanda “Quanti figli vorreste avere?” rispondono “Due o più figli ✅ Il nostro Paese deve metterli in condizione di poter realizzare i loro sogni
🔴 Gigi De Palo rieletto per un secondo mandato Presidente Nazionale del Forum delle Associazioni Familiari 
#AssembleaForumFamiglie
📌 DOMANI ASSEMBLEA GENERALE DEL FORUM 👉🏻 Domani presso la meravigliosa location di Palazzo Rospigliosi terremo la nostra assemblea generale, con la quale concluderemo questo triennio associativo ➡️ Nel corso della prima parte della giornata, faremo un bilancio degli ultimi anni di attività del Forum, e avremo la possibilità di avanzare le nostre istanze ai membri del Governo nazionale che hanno confermato la loro presenza ➡️ Nella seconda parte procederemo al rinnovo delle cariche 📣 scriveteci e seguiteci tramite l’hashtag #AssembleaForumFamiglie
📍Roma, Domus Helena 🔴 Inizia l’Assemblea Generale del Forum delle Associazioni Familiari ❇️ Sono presenti i delegati delle associazioni che compongono il Forum e i presidenti dei Forum Regionali
La Puglia fa da apripista in Italia. C’è bisogno di politiche familiari perché questo è un Paese che sta morendo, forse è già morto e non ce ne rendiamo conto | 1ª Conferenza Regionale della Famiglia